Un Tramonto con la Lavanda

Un Tramonto con la Lavanda

Due ore di profondo relax…

… accompagnato dagli aromi e dai colori della lavanda, dai suoni delle campane tibetane, dalla luce che cambia.
Un modo diverso per lasciare andare il giorno e cullarsi nella sera.

Ma soprattutto per concederci il lusso di lasciare andare le tensioni, rilassarci profondamente e aprire il cuore. Le nostre cellule godranno del contatto con la Terra e i Cicli Cosmici, di uno spazio-tempo per rigenerarsi e riequilibrarsi.

Ci troviamo alle 19.30 al Podere Mandriato; ci accoglierà una tisana di benvenuto. Faremo 4 chiacchiere per introdurre l’attività e poi ci immergeremo nella lavanda.

QUANDO:

Sabato 20 giugno 2020 e domenica 28 giugno 2020
Durata: 19.30 – 21.30 circa
Dove: Podere Mandriato via Aione 30, Santa Luce, Pisa.
Conduce: Primiana Leonardini Pieri, D.ssa in Psicologia e Psicoterapia, Permacultrice, Nature Therapist, Nature Life Counselor, Esperta in Medicina Forestale.

Alle Campane Tibetane: Valentina Zaninello, artista indipendente, contadina resiliente.

DETTAGLI
Costo: €30,00/persona
Per prenotare: telefonare al 380 313 5308
Cosa portare: vestiti comodi a strati, scarpe comode. Un cappello per il sole. Una coperta o un telo per stenderci comodamente tra la Lavanda. Una mascherina: non sarà necessario indossarla all’aperto, ma dovremo tenerla con noi per qualsiasi evenienza.

Tra culto e Tradizione: Festa della Madonna di Monteforte

Tra culto e Tradizione: Festa della Madonna di Monteforte

Il ventennale della Madonna di Monteforte

“La leggenda narra, che durate la costruzione della Chiesa di Monteforte, i suoi costruttori erano impossibilitati a terminare i lavori per la mancanza di acqua. Qui ci fu l’apparizione di una Signora di bianco vestita, che ogni notte con il suo cesto di vimini senza fondo, risaliva dalla valle e riempiva il serbatoio della chiesetta”

Il culto per la Madonna di Monteforte nella comunità del nostro paese, Pieve di Santa Luce,  è radicata nel tempo. Qui ogni anno il 13 Maggio vi si festeggia la Vergine, la comunità si riunisce e come tradizione porta in processione la rappresentazione della Madonna sul Monteforte, dove si trovano i ruderi dell’antica chiesetta.

Gli anziani raccontano che negli anni passati, ogni anno arrivavano molte persone dai paesi vicini e lontani, che venivano a rendere omaggio e a venerare la vergine. Per la comunità di un tempo era un momento di preghiera, d’incontro e di grande festa.

Alla Vergine sono attribuite molte guarigioni, tra cui quella dei fratelli Cantini, nel 1905, quando nelle nostre zone infieriva il tifo e molte persone ne morirono. Ma loro dopo una lunga lotta e atroci patimenti ne sortirono illesi.

I festeggiamenti alla Madonna, hannp una tradizione molto sentita dalla comunità, quella del ventennale, dove la Vergine nella settimana della sua festività, viene accompagnata nelle varie frazioni e vi sosta. È un momento di grande fede e devozione per la comunità, ci si riunisce in preghiera e in festeggiamenti.

Quest’anno, il 13 Maggio 2020, ricorreva il ventennale tanto atteso. La comunità da mesi si preparava a questa ricorrenza, ma la condizione che questa Pandemia ci ha imposto, ha fatto si che momento di raccolta e aggregazione non si sia potuto svolgere come immaginato.
Nonostante tutto la comunità si è preparata ad accogliere la Vergine Maria, abbellendo e illuminando le case, le strade e le colline in suo onore e aspettando il suo passaggio.

E oggi, come quel lontano 1905 , la comunità ha pregato e chiesto aiuto e protezione a lei, la Vergine Maria.

La nostra ricetta della pasta fatta in casa

La nostra ricetta della pasta fatta in casa

La tradizione di far la pasta fatta in casa…

porta i miei ricordi a quando ero bambino, quando con mia sorella aiutavamo la nostra mamma a far la pasta.

Alle sensazioni delle prime volte che impastavo le uova con la farina, alle mani appiccicose  e mia mamma che veniva in soccorso e mi insegnava come fare.

Voglio condividere con voi la ricetta di famiglia…

Ingredienti:

  • 500 gr Farina di grano duro
  • 2 uova d’oca ( 5/6 di gallina)
  • Un filo d’olio EVO
  • Un pizzico di sale
  • Acqua q.b. (circa 1 bicchiere)

Procedimento:

Su di un piano versate la farina e formate un buco centrale dove andremo a mettere le uova, ½ bicchiere, sale olio evo.

Con l’aiuto di una forchetta iniziate a mescolare la farina alle uova, facendo attenzione di non rompere i mucchietto per non far fuoriuscire tutto.

 

Quando le uova e farina avranno una consistenza più densa, iniziamo ad impastare con le mani e lavoriamo bene l’impasto.

Fate attenzione che non sia troppo secco, nel caso aggiungere acqua, e neanche troppo molle, una volta pronto fate riposare l’impasto per una mezz’ora.

 

Mentre aspettate, preparate il tavolo stendendo una tovaglia che servirà dopo per stendere la pasta. Per stendere la pasta  io uso la classica macchina stendi pasta, il matterello l’ho mandato in pensione…

Iniziamo a far dei pezzetti e a formare delle sfoglie un po’ più spesse (6), dopo di che le ritagliamo e le passiamo ad uno spessore più fine (io di solito uso il 4).

Una volta pronte le stendiamo le sfoglie sulla tovaglia stesa sul tavolo.

Qui dobbiamo decidere: se le usiamo per una lasagna le lasciamo così come sono ad asciugare o le prepariamo subito; se invece vogliamo fare delle tagliatelle o tagliolini possiamo ripassarle e tagliarle nel formato giusto.

Per la conservazione, la mia mamma usava due bastoni appoggiati su due sedie e metteva con molta attenzione le tagliatelle ad asciugare.

Se invece le vogliamo gustare subito, basterà metterle sui dei vassoi, infarinandole bene in modo che non si attacchino.

Offerta Aprile in Agriturismo

Offerta Aprile in Agriturismo

Aprile è il mese del risveglio della Natura, un’esplosione di colori e profumi

Vieni a trascorrere qualche giorno nel nostro agriturismo, in completo relax.
Potrai vedere e sentire il risveglio della natura, i suoi colori accesi, i suoi profumi inebrianti e il cinguettio degli uccellini.

Le giornate primaverili sono l’ideale per fare lunghe e rigenerative passeggiate in mezzo alle nostre campagne, per fare pic-nic sui verdi prati delle nostre colline o visitare i nostri piccoli borghi, ricchi di storia di tempi passati.

Aprile è anche il mese dove si dà inizio alla stagione delle sagre e delle feste paesane, dove le comunità si riuniscono a festa. Qua potrete assaggiare piatti tipici della tradizione toscana e locali.

Prenota un soggiorno da noi entro il 15/03/2020, avrai uno SCONTO del 15%

l’offerta è valida su un pernottamento minimo di 2 notti (Pasqua 3 notti),  per minimo due persone.

Email: prenotazioni@agriturismomandriato.it
Cellulare: 393 4103162

Ti aspettiamo!

MTB CROSS COUNTRY – Pieve di Santa Luce

MTB CROSS COUNTRY – Pieve di Santa Luce

Il 9 febbraio 2020 si svolgerà il “Pieve di Santa Luce MTB Cross-Country” 6° prova trofeo 10 Comuni.

Agriturismo Mandriato pensa agli atleti che arrivano da più lontano, riservando loro una speciale offerta:

50 € a notte per coppia in appartamento

sono compresi: consumi, pulizie finali, biancheria e tasse.

Gli appartamenti disponibili sono 2, con la possibilità di 2 letti aggiuntivi per ogni appartamento.
Inoltre è possibile prenotare anche un’ottima e abbondante colazione, con prodotti fatti in casaBio. 

Un’ottima occasione per regalarsi una mattinata all’insegna dello sport, ma anche due giorni di relax immersi nella natura.

È nata la Bruna… !!!

È nata la Bruna… !!!

Qualche giorno fa, con esattezza alle prime luci dell’alba del 10 gennaio, una delle nostre mucche, la Thelma, a dato alla luce una splendida vitellina.

   

Fin da subito,  ci è venuto spontaneo battezzarla “la Bruna”,  visto il colore marrone scuro del suo soffice mantello. La bruna sta bene, è bella vivace e curiosa, ma allo stesso tempo timida. Si lascia difficilmente vedere quando prende il latte dalla mamma, le prime ore son state un po’ cariche di apprensione, non riuscendo a capire se aveva fatto o no la prima poppata, fondamentale per la sua sopravvivenza.

Con l’arrivo della bruna, le nostre mucche saliranno a 3. Un paio di anni fa abbiamo acquistato la mamma Thelma , una mucca di razza Jersey, che subito dopo qualche mese ci ha regalato la Diana, e in fine quest’anno la bruna, un bel regalo di inizio anno.

Per noi e per la nostra fattoria le mucche sono un elemento importante, ci regalano un ottimo latte, ma soprattutto un ottimo letame, che una volta ben compostato, nutrirà il nostro orto, i frutti, gli olivi e i campi.

Translate »